E’ una di quelle piante semplici, che ci si passa tra amiche, non è bello? Infatti basta un rametto per far crescere una nuova pianta. Si tratta di una delle tante varietà di sedum, il sedum palmeri. Come lo si interra, emette radici e nel giro di poco tempo si vedono spuntare nuove roselline di foglie.
È una pianta grassa della famiglia delle crassulaceae, sempreverde, dalle foglie riunite a rosetta all’apice dei fusti. Ha un bel colore verde cinerino che fa da contrasto con le foglie di altre piante che possiamo abbinare. A mano a mano che i fusti si allungano, si seccano le foglioline più vicine alla base, ma se ne creano sempre di nuove e spuntano nuovi rametti. Così via via ricadono ricoprendo il vaso che le ospita.

sedum palmeri

 

Ma la bella sorpresa è che nel mese di marzo, quasi inaspettatamente, si ricoprono di fiori gialli. Se ci sono tante piante, l’effetto sarà bellissimo.
Un altro aspetto positivo è che non necessita di molta acqua, anzi può superare periodi di siccità piuttosto lunghi; magari le rosette di foglie resteranno più piccole, appassiranno un po’, ma alla prima innaffiatura ricominceranno a vegetare.

sedum palmeri e petunie

I fiori delle petunie arricchiscono in estate i rametti con le belle foglie del sedum palmeri ormai senza fiori.

Ci sono tante varietà di sedum; tra quelle che possiamo coltivare facilmente c’è il sedum sieboldii, comunemente detto “erba teresina” e il sedum spectabile che farà bella mostra di sé in vaso o in giardino.

sedum palmeri