E’ un colore delicato che ci fa pensare alla primavera, alla gentilezza, all’affetto. Il giardino ce ne regala tanto nelle corolle dei primi fiori che sbocciano. Penso alla bergenia, fiore d’altri tempi con le infiorescenze che illuminano i cespugli un po’ disordinati dalle grandi foglie carnose.

bergenia

Contemporaneamente ecco sbocciare i giacinti. Ce ne sono di tanti colori, ma questi rosa sono proprio delicati. Ed in più hanno un profumo intenso.
Il ciliegio ornamentale esagera, con i suoi rami penduli interamente ricoperti dai piccoli fiori rosa. Quante api attira a succhiare il suo nettare! Sono appena uscite dalle arnie, hanno urgente bisogno di fare provviste.

ciliegio ornamentale

Non è da meno la magnolia obovata; i suoi grandi fiori, dalla forma ovale, sono rivolti all’insù. Dapprima li ammiriamo ancora semichiusi, poi le corolle si allargano e presto saranno sfatte ai piedi dell’albero. Sia la magnolia che il ciliegio mettono i fiori prima di lasciar crescere le foglie, così il rosa è proprio totale!

magnolia

Si aggiunge la camelia, dalla fioritura effimera, poi arriveranno le azalee con le loro tante tonalità e i rododendri.
Nel cuore dell’estate arriverà la fioritura della lagerstroemia.

lagerstroemia in fiore
Riempiamoci gli occhi di rosa, ammirandolo dal vero od immergendoci in una fotografia. Indossiamo una maglia di questo colore o mettiamo qualcosa di rosa in casa, una coperta, qualche cuscino. Ci farà bene.
Ci trasmetterà una sensazione di protezione, di romanticismo, ci farà sentire meno soli. Il rosa è anche il simbolo della dolcezza e della femminilità.