Quante volte ci sono passata senza fermarmi, mentre mi dirigevo verso le mete sciistiche o escursionistiche! Altre volte però ci sono andata di proposito, per le numerose opportunità che offre.
Intanto, non possiamo ignorare le sue origini: è l’antica Augusta Praetoria fondata dai Romani nel 26 a. C. a forma di scacchiera definita da strade perpendicolari, recintata da una cerchia muraria rettangolare.
Restano importanti vestigia, come l’Arco di Augusto, che segna l’ingresso alla città.

aosta arco di augusto

Ci sono poi, ma non solo, la Porta Praetoria, con una doppia cortina muraria e una torre, i resti del Teatro Romano e dell’Anfiteatro.
Ma ci sono altre importanti testimonianze dei secoli seguenti, tra cui diverse torri, un’interessante cattedrale con due campanili romanici,  e il meraviglioso Complesso Monumentale di Sant’Orso. con un magnifico chiostro.

aosta

Ma anche la centrale Piazza Chanoux, di impianto ottocentesco, ha il suo fascino, con la facciata neoclassica del Municipio e il Caffé Nazionale. E’ piacevole attraversarla, così com’è bello passeggiare tra le vie ricche di negozi di prodotti tipici e localini tradizionali.
E’ bello farci una sosta in tutte le stagioni, da quella invernale quando le vetrine si animano di addobbi, a quella estiva quando si può sostare piacevolmente all’aperto.

Aosta, piazza Emile ChenouxDa non dimenticare il tradizionale Mercatino di Natale, con le varie casette in legno, e la Fiera di Sant’Orso che si tiene ogni anno a fine gennaio, dove espongono i più bravi artigiani della regione.

Aosta, le mura